Salute e Nutrizione | Cani | Gatti | November 28, 2017

Piante velenose per cani e gatti

Val Culpin
By: Val Culpin

Sono moltissime le piante velenose per cani e gatti, in grado cioè di nuocere gravemente alla loro salute e, in alcuni casi, perfino di causarne la morte.

Per evitare ai nostri amici a quattro zampe inutili sofferenze è importante conoscere quali sono le minacce alle quali possono andare incontro ogni giorno, che si tratti di un fungo che possono trovare in giardino o di una pianta da appartamento, apparentemente innocua.

 

Funghi velenosi per cani e gatti

 

Per gli appassionati di queste delizie della natura, l’autunno è la stagione migliore per reperirli. Sfortunatamente a trovarli gustosi e appetitosi non sono solo gli umani, bensì anche molti animali, ignari nota come Tignosa Verdognola, deve farci accendere un campanello d’allarme e farci riflettere su quanto sia alto il pericolo di perdere il nostro cucciolo a causa di un fungo velenoso. Per ucciderlo, infatti, è sufficiente che ne venga ingerita una piccolissima dose (circa 3 grammi). La Tignosa Verdognola è una specie tossica e invasiva, molto diffusa in tutta Europa, che aggredisce l’organismo impedendo la formazione di una data proteina nel fegato e nei reni, causando il coma e la morte.


IMPORTANTE
: è tua responsabilità aver cura della pulizia del tuo giardino, anche da funghi di qualunque tipo, per evitare queste terribili fatalità.

Qui di seguito ti presentiamo un elenco dei funghi tossici più diffusi e assolutamente da evitare:

  • Ovolo malefico (Amanita muscaria): è il classico fungo velenoso delle fiabe, che inganna per il colore vivace, ma che è altamente tossico e allucinogeno. Si contraddistingue per il cappello rosso acceso a punti bianchi.
  • Amanita gemmata: è il letale parente stretto dell’ovolo malefico ed è spesso confuso con altri funghi. Si riconosce dal cappello giallastro con punti o macchie simili a verruche.
  • Helvella lacunosa: si trova prevalentemente in zone boschive, ha il cappello grigio a forma di sella e il gambo leggermente più chiaro. Non si sa molto a riguardo e i dati sulla tossicità variano, ma è bene comunque evitarlo.
  • Galerina marginata: è un fungo marrone dalla forma indefinita che ama crescere nei prati e sul legno morto. Di solito spunta dopo una forte pioggia, perfino in mezzo alla segatura. Questo fungo è letale quanto l’ovolo malefico, quindi fai in modo che il tuo cane o il tuo gatto ne stiano alla larga!

 

Se pensi che il tuo cucciolo abbia ingerito un fungo tossico o velenoso, portalo subito dal veterinario, in modo che possa identificare subito la tossina o il veleno in circolo nel suo corpicino.

I sintomi da avvelenamento da fungo in cani e gatti possono essere:

  • Vomito
  • Diarrea
  • Dolori addominali
  • Debolezza
  • Letargia
  • Ingiallimento della pelle (itterizia)
  • Movimenti scoordinati
  • Salivazione eccessiva (ptialismo)
  • Convulsioni
  • Coma

 

Piante velenose per cani e gatti

 

Le minacce per i nostri amici animali ci sono tutto l’anno, non solo in autunno, e non si limitano ai soli funghi. Qui di seguito ti elenchiamo alcune piante da evitare:

  • Colchico d’autunno (noto anche come falso zafferano)
  • Azalea
  • Ciclamino
  • Calancola
  • Giglio (Tigrinum, Hemerocallis, Asiatico, Orientale e Speciosum)
  • Oleandro
  • Mughetto
  • Narciso
  • Cycadophyta
  • Tulipano
  • Giacinto
  • Stella di Natale

 

Queste piante hanno concentrazioni e tipi di tossine diverse tra loro, ma se ti accorgi che il tuo cane o il tuo gatto le hanno assaggiate è fondamentale recarsi immediatamente dal veterinario.

Petcurean raccomanda di pulire sempre bene il giardino da qualsiasi tipo di fungo e di fare attenzione al tipo di piante che vengono coltivate, dentro e fuori casa.